Calendario dell’avvento 2016

Ogni anno, fine novembre significa solo una cosa nella stupefamiglia: calendario dell’avvento.

Le regole sono semplici:

  • non si può riciclare quello dell’anno precedente;
  • deve essere fatto a mano;
  • i regalini non devono minare la solidità costruttiva del calendario stesso.

L’anno scorso furono bustine: quest’anno a reggere i regalini e le mani impazienti di Terry e Maggie ci hanno pensato i coni.
Come l’anno scorso, per scelta insindacabile di Atpco e Maggie, la forma del calendario è quella di un alberello.

I regali quest’anno erano davvero per entrambe le bimbe e, anche per questo, Atpco e Lenticchia hanno voluto mettere tra i regali la cosa più preziosa che potessero donargli: il tempo.

Clicca per leggere alcuni regali

 

L’assemblaggio è stato curato da Atpco, Maggie e Terry mentre Lenticchia ha ideato, creato e posizionato regalini, caramelle e filastrocche.
Ovviamente l’assemblaggio è stata la parte più difficile:  colla vinilica, forbici, carta, colori, glitter, numeri, due bimbe (elettrizzate all’idea di costruire il calendario dell’avvento) e Atpco sono una miscela potenzialmente esplosiva.
E in effetti così è stato: a farne le spese una povera pentola e il minestrone che stava cuocendo per la cena.

Atpco, immedesimandosi un po’ troppo in Mucciaccia in Art-Attack, ha completamente dimenticato sul fuoco la pentola accorgendosi solo dall’ordore di ceci e verdure bruciate che qualcosa stava andando storto.

L’anno prossimo sarà meglio costruire il calendario in orari meno rischiosi e con Lenticchia a portata di mano.

calendario finito

Condividi se ti è piaciuto
Share

Coraggio, regalaci un commento stupefaccente

Collegati con il tuo account social:



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *